Categoria: Viaggi

Viaggiare in Puglia: cosa vedere?

viaggiare-in-Puglia

Cosa vedere in Puglia?

Viaggiare in Puglia è diventato un vero e proprio trend. La Puglia è indicata come meta turistica preferita a livello mondiale. Ha sicuramente un tratto distintivo oltre alla bellezza: l’accoglienza. Il calore di un popolo pronto ad ospitare tutti per un viaggio polisensoriale. Un insieme di passione, tradizioni, cultura, arte e storia.

Viaggiare in Puglia è come essere in paradiso

La Puglia è davvero considerata un paradiso per chi ama il mare e il sole. Vanta 800 km di coste bagnate dal Mar Adriatico, Mar Ionio e Golfo di Taranto. Ci sono varietà di spiagge che vanno da lunghe distese di sabbia, a coste fatte di ciotoli.

Tra le spiagge preferite ci sono senza dubbio: Grotta della Poesia, Torre dell’Orso e la Baia dei Turchi, dall’altro lato verso Gallipoli invece, c’è la famosissima Punta Prosciutto, il cui mare viene paragonato a quello caraibico.

La Puglia non è solo mare

In Puglia non ci sono solo località di mare, ma anche tanta cultura, borghi storici e città d’arte. Dal romanico al barocco, ci sono una varietà di monumenti, piazze, cattedrali e castelli.

Castel del Monte ad Andria è ad esempio un capolavoro medievale; il Castello Aragonese a Taranto  è una delle attrazioni principali ma ce ne sono tantissimi, a Monopoli, Conversano, Lecce.

viaggiare-in-Puglia

 

viaggiare-in-Puglia

La Puglia è ricca di tesori inestimabili, opere architettoniche considerate patrimonio dell’umanità, come ad esempio lo sono i trulli di Alberobello. È davvero impossibile resistere al fascino dei musei pugliesi. Avventurarsi nelle gravine e riposare poi nei trulli o nelle masserie è un’esperienza da non perdere.

La Puglia: un’esperienza culinaria

Un viaggio in Puglia non è perfetto se non si assaggia la buona cucina. Fortunatamente in tutta la regione è possibile gustare deliziosi piatti fatti di tradizione e cultura gastronomica fortemente radicati.

Tra i piatti tipici ci sono le orecchiette al sugo o con le rape, le brasciole, la focaccia, ma anche tanti dolci come i Pasticciotti leccesi, le cartellate e i bocconotti.

I prodotti locali e le ricette tramandate, sono sempre accompagnati da vini primitivi di cui la regione vanta l’apprezzamento da parte di tutti i turisti. Per non parlare dei tipici liquori pugliesi, anche loro parte integrante della tradizione, dai gusti prevalentemente agrumati, ma anche particolari come al caffè, alle noci o al cioccolato.

viaggiare-in-Puglia

Idee giovanili per viaggiare in Puglia

La Puglia è adatta a qualsiasi età, ma per i giovani c’è davvero tanta scelta. Basta uno zaino in spalla con lo stretto indispensabile, e via al divertimento.

Gallipoli è la meta perfetta per chi ama il divertimento e decide di voler fare una vacanza in giro per locali notturni dopo una bella giornata al mare.

Oltre Gallipoli ci sono Porto Cesareo e Otranto, anche loro famose per le splendide spiagge e la loro vita notturna super attiva.

viaggiare-in-Puglia

 

Ovviamente è opportuno sceglie il periodo giusto in cui andare in questi luoghi. Nell’alta stagione si rischia di vivere un incubo piuttosto che una vacanza. Sono tutti posti molto belli, ma se sovraffollati, diventa persino difficile trovare un posto dove stendere l’asciugamano.

 

L’articolo Viaggiare in Puglia: cosa vedere? proviene da Viaggi in Puglia.

Pasqua a San Fele, gita alle sue cascate.

san-fele

Gita Lucana fuori porta, dove andare a Pasqua?

Se siete in Basilicata e molto probabilmente in gita a Matera o dintorni,  un’idea potrebbe essere spostarsi un pò più a nord per visitare le cascate di San Fele in provincia di Potenza.

Un movimento di gente in questo periodo che vede affolare le mete turistiche più rinomate.

Io che di calca e confusione ne ho forte repulsione,

suggerisco per la rubrica ‘Turista un giorno per caso’ un itinerario alternativo, perfetto per questo periodo.

L’arietta fresca e tiepida al contempo, la voglia di vivere il verde e fare nuove scoperte vi porterà ad organizzare un viaggio per questa Pasqua 2019 certamente rilassante.

Pronti a prender nota?

Tra i tanti pacchetti viaggio di Pasqua, probabilmente non troverete, “Una giornata alla scoperta delle cascate di San Fele “.

Ebbene, questo, ve lo propongo io!

Pasqua alle Cascate di San Fele, come arrivarci.

Immaginate di essere alla guida, su una strada semi deserta, in una vallata, costeggiata da natura incontaminata e paesaggi misti tra montagna, colline e scenari con fiumi.

Non lo state immaginando se siete sulla Basentana SS 407, che da Matera direzione Potenza, nel giro di un’ora vi porterà a destinazione.

La vostra gita alle cascate di San Fele parte proprio di qui.

Come sempre suggerisco quando sono in movimento per i miei viaggi, predisponetevi con occhi di bambini e preparatevi a fermarvi su strada per ammirare paesaggi che probabilmente non rivedrete a destinazione raggiunta.

Dopo aver percorso la Ss Basentana ed essere usciti a Candela/Melfi (ss 658 direzione Melfi) , prendete l’uscita San Fele/ Scalera.

Sarete giunti a destinazione.

san-fele

Pasqua san fele

Pasqua san fele,

Pasqua san fele

Al centro dell’Appennino lucano, nasce questo meraviglioso borgo, che merita la visita.Fatto di stradine, casette con tetti spioventi, tutto circondato da una natura mozzafiato.

Proprio fuori dal borgo (e qui vi  suggerisco scarpette da trekking, acqua, k-way ed un eventuale pranzo a sacco) ci siamo imbattuti in una piacevole passeggiata che ci ha portato nel cuore del boschetto.

Un sentiero guidato e abbastanza lungo vi condurrà nelle diverse stazioni di cascate, ubicate distanti l’una dall’altra.

Potrete scegliere tra le 10 cascate il percorso più adatto a voi, passando dal più semplice al più articolato, praticabile anche con bambini al seguito.

Qui, trovate  delle immagini delle cascate di San Fele, createsi lungo il torrente del Bradano,uno scenario naturalistico  di pace.

Il silenzio, il suono del vento, il canto degli uccelli e il lento scrosciare dell’acqua, sembrano far da cornice a questo meraviglioso paesaggio.

Siete nel cuore della Basilicata.

Ad accogliervi per un pranzo frugale o un calice di vino al suono di questa pace, troverete delle aree attrezzate e come buona educazione insegna ricordate sempre di riporre tutto negli appositi cassonetti o di riportare a casa eventuali rifiuti.

Che siate Lucani, cugini Pugliesi o amici arrivati da qualsiasi posto in visita per la Basilicata,

vi auguro di godervi questa terra fatta di semplici meraviglie, di non legarvi ai cliché del turista e soprattutto

vi auguro di trascorrete una Buona Pasqua.

pasqua san Fele

Pasqua san fele

Pasqua san fele

Pasqua san fele,

 

 

 

L’articolo Pasqua a San Fele, gita alle sue cascate. proviene da ACCADE in TAVOLA.

Villa San Martino: un relais di classe a Martina Franca

villa-san-martino

Per un weekend da sogno, per le tue vacanze in Puglia o per il vostro matrimonio, scegliete il bellissimo relais Villa San Martino a Martina Franca.

Circondata da uno splendido parco verdeggiante, l’elegante Villa sorge alle porte della città barocca di Martina Franca. La struttura vi garantisce una piacevole e rilassante vacanza in Puglia.

Nei dintorni della Villa troverete aree protette, siti UNESCO e un’architettura unica.

Caratterizzata da dipinti antichi e da mobili d’epoca, la struttura vanta camere assolutamente splendide. Alcune suite includono un’ampia terrazza adornata con fiori.

La piscina stagionale all’aperto e il centro benessere offrono incantevoli momenti di relax.

A Villa San Martino si respira un’atmosfera senza tempo.

Caratterizzata dai tratti unici del paesaggio murgiano, che con eleganza si combinano in questa masseria dell’800, nel cuore della Valle d’Itria.

Una meticolosa ed attenta cura per i dettagli traspare in ogni angolo del Resort, in cui comfort ed estetica si fondono insieme per regalare ai propri ospiti una vacanza circondati dalla bellezza, dal benessere, dalla cultura e dalla ricchezza enogastronomica di Puglia.

In una cornice assolutamente naturale, nella location predominano stile e raffinatezza. Il fascino della tradizione e l’attualità dei servizi proposti da Villa San Martino donano un’ospitalità di alta classe a chiunque scelga di vivere, secondo le proprie esigenze, momenti di benessere, indimenticabili ricevimenti, meeting ed eventi.

Sul blog di Villa San Martino inoltre, tantissime informazioni relative agli eventi, curiosità sul matrimonio e chicche legate al territorio.

L’articolo Villa San Martino: un relais di classe a Martina Franca proviene da Viaggi in Puglia.

Al Vivosa Apulia Resort la vacanza al mare è family friendly

vivosa-apulia-resort

Al Vivosa Apulia Resort la vacanza al mare è family friendly: le attività per i bambini sono state pensate non solo per divertire gli ospiti più piccoli ma anche per avvicinarli alla natura e all’ambiente.

Primo fra tutti l’ “Ecokidspass”: un nuovo modo di giocare con storie avventurose che parlano di luoghi lontani, una storia nella storia, la narrazione di una fiaba, nel quale i bimbi vengono coinvolti a fare parte di questo grande eco-sistema. Partecipare a questi percorsi ed alla vita naturale del resort permette ai bambini di poter diventare un vero eco-member del Vivosa Apulia Resort. Se durante il soggiorno si gioca in spiaggia, in pineta, in piscina, si fanno tante attività e gite anche al di fuori del Resort, dopo la vacanza,per dare continuità al periodo vissuto intensamente al Vivosa, viene regalata ai bambini una piantina da coltivare una volta arrivati a casa. 

Postando sulla pagina “Ecokidspass” di Facebook la piantina cresciuta i piccoli ospiti ottengono il “passaporto” ufficiale Ecokidspass e ottengono uno sconto per una successiva vacanza al Vivosa Apulia Resort.

Il percorso didattico e ludico insegna ad osservare il mondo con l’occhio attento del piccolo esploratore, in una filosofia di vita che, attraverso numerosi laboratori didattici, insegna ed educa al rispetto della natura.
Molto apprezzate sono le esperienze a diretto contatto con vari animali: falconeria, cavalli in carrozza, alpaca, rettili come ad esempio serpenti e draghi barbuti. Le attività del Mini club (dai 3 anni in poi) sono previste dalle ore 10 fino alle 18.00 ininterrottamente con la possibilitàdi pranzare con gli animatori presso il ristorante. Avventura, fantasia, magia sono gli ingredienti per divertirsi in un mondo “adult free”, dove tutto è a misura di bambino: orari e arredamento, con pedane di accesso al bancone bar; i bambini possono essere autonomi nel servirsi al buffet del ristorante a loro dedicato, con una varietà di piatti gustosi e bilanciati e con prodotti di stagione. La merenda è un tripudio di sapori col carretto di gelati artigianali sempre pronto e sempre all inclusive, così come torte e sfiziosi snack.

vivosa-apulia-resortAl Vivosa Apulia Resort i bimbi possono frequentare corsi dedicati nei quali sviluppare le proprie manualità con la pasta di sale, realizzando lavoretti con materiali di riciclo od imparare l’antica arte dei nodi e delle legature, oltre all’utilizzo protetto di scivoli, altalene, del castello per arrampicare, dei dondoli a forma di animali in un’area attrezzatissima e sempre disponibile nel parco giochi all’ombra delle piante della pineta.

vivosa-apulia-resort

Ci sono poi gli scivoli gonfiabili con il tradizionale zucchero filato e gli immancabili pop corn e ogni sera, per i bambini “danzatori”, la baby dance conclude la giornata ricca di emozioni.
Sempre molto frequentato è il grande parco avventura in pineta che permette di “volare” sugli alberi in tutta sicurezza con percorsi di differente grado di difficoltà e diverse altezze, a seconda dell’etàe della destrezza, dove i piccoli possono sperimentare anche il loro coraggio, tra ponti tibetani, liane, passaggi tra un tronco e un altro. 

L’ORTO BIOLOGICO A MISURA DI BAMBINO 

Al Vivosa Apulia Resort c’è anche la magia dell’ambiente in cui si vive e l’osservazione della pineta, del mare, della natura in generale che diventa l’occasione per osservare che la natura è meravigliosa e magica non solo quando si esprime nei grandi eco sistemi, ma sa sorprendere per la sua complessità anche nella fragile piantina appena germogliata e nei frutti dell’orto biologico all’interno del resort. Qui i bambini possono raccogliere direttamente dalla piante frutta e verdura, per un assaggio immediato oppure per consegnarli in cucina per la preparazione per la tavola.
Protagonisti e non solo spettatori: oltre a sfilate, musical e show di tanti tipi realizzati per loro, una volta a settimana i piccoli ospiti della struttura hanno la possibilità di diventare le star di uno show impegnandosi nella sua realizzazione e scoprire personalmente come funziona un vero teatro “dietro le quinte”.

vivosa-apulia-resort
Le due piscine concepite apposta per i bambini promettono tanto divertimento: una per i più grandi con scivoli d’acqua che corrono tra le siepi del giardino prima di tuffarsi in acqua ed una seconda per i piccolissimi profonda solo 40 cm per divertirsi in sicurezza, sono alcune delle proposte del nostro staff, alle quali si aggiungono le lezioni di golf e tennis a misura di bambino. In programma c’è anche una piccola escursione a Pescoluse per la foto ricordo sulla celebre sdraio gigante delle Maldive del Salento e visita al museo di Ugento.

L’articolo Al Vivosa Apulia Resort la vacanza al mare è family friendly proviene da Viaggi in Puglia.

Rovos Rail festeggia 30 anni di attività

Il 29 aprile, Rovos Rail festeggia 30 anni di attività durante i quali si è guadagnata un’elevata reputazione internazionale per la qualità dell’esperienza di viaggio offerta.

Oggi, la società privata con sede a Pretoria propone 8 viaggi attraverso il sud dell’Africa con treni che possono ospitare fino a 72 passeggeri. I viaggi vanno dalle 48 ore ai 15 giorni con le nuove rotte come il coast to coast dell’Africa dall’Oceano Indiano all’Atlantico che verrà inaugurato il prossimo luglio.

La spedizione di due settimane – da Dar es Salaam a Lobito – attraverserà Tanzania, Zambia, la Repubblica Democratica del Congo (RDC) e l’Angola. Sarà la prima volta nella storia che un treno passeggeri percorrerà la famosa ferrovia Tazara, conosciuta anche come “Great Uhuru Railway”, ovvero grande ferrovia della libertà.

“L’inaugurazione della nuova tratta coincide con il nostro 30esimo compleanno. Mi piacerebbe dire che è stato pianificato ma non posso prendermi il merito del tempismo fortuito”, afferma Rohan Vos, proprietario e CEO di Rovos Rail Tours.

Nella “flotta” di Rovos è presente anche lo Shongololo Express, rilevato e rinnovato nel 2016, con tre itinerari dai 12 ai 15 giorni per un totale di 300 giorni di spedizione all’anno. Shongololo Express opera dal 1995 e da allora garantisce ai propri ospiti un’esperienza davvero speciale.

Il treno, di proprietà del governo, è stato revisionato e ristrutturato mantenendo lo stile coloniale. Particolarmente suggestiva è l’Observation Car: un terrazzino, in coda al treno, da dove i passeggeri possono godere della vera esperienza di viaggio in treno attraverso i magnifici paesaggi che il sud dell’Africa offre. Commercializzato come “tre stelle”, rispetto al prodotto a cinque stelle Pride of Africa di Rovos, richiede uno stile più informale nell’abbigliamento. Un viaggio di 12 giorni costa poco più di €4.500 a persona

Viaggiando durante la notte, il treno Shongololo Express giunge ad ogni alba in una nuova e favolosa destinazione. Guide professionali multilingue (inglese, francese e tedesco) sono pronte per accompagnare gli ospiti nelle escursioni. La loro esperienza e professionalità garantisce ai passeggeri di rendere indimenticabile il programma di ogni giornata.

Con la moglie Anthea al suo fianco, Vos ha viaggiato il mondo per partecipare ai migliori travel show raccontando il suo prodotto d’eccellenza ad agenti di viaggio e tour operator e invitandoli a provare questi percorsi esclusivi in prima persona. “È stata un’esperienza motivante ma anche molto faticosa”, dice Anthea.

Ci sono voluti circa dieci anni prima di realizzare utili operativi. “Ero inesperto e non avevo idea di quanto sarebbe stato costoso operare con i treni” afferma Vos.

Il momento propizio è arrivato nel 1993 quando Vos ha iniziato a collaborare con Philip Morrel della Jules Verne in Inghilterra. Insieme hanno tracciato una rotta da Cape Town alle Victoria Falls. “Al tempo non avevamo risorse per alcun tipo di pubblicità, tuttavia abbiamo pubblicato un advertorial sul Sunday Telegraph. Era dicembre e non eravamo molto speranzosi.” Comunque, con molta sorpresa, l’inserzione funzionò e il viaggio inaugurale andò sold out. Quando Philip chiamò per condividere le novità, le parole di Vos furono queste: “Manda i soldi!” Il nuovo viaggio alle Victoria Falls era stato un successo.

Quando Rovos Rail iniziò a fare progressi, la compagnia – come molte altre – fu influenzata da eventi internazionali come la nube di cenere vulcanica, scioperi aerei e una paralizzante recessione globale.

“È stato sicuramente un progetto impegnativo e interessante ma bisogna saper puntare sulle proprie forze. In più rendo molto bene sotto pressione e sono un buon crisis manager. Inoltre non mi piace sentirmi dire che non posso fare qualcosa”, sorride Vos.

Ad oggi l’azienda conta 440 membri dello staff alla Rovos Rail Station. Nel 1999, la proprietà di 60 acri è stata ristrutturata per diventare una vera e propria “casa” con lavanderia e cucina in loco, officine di manutenzione di locomotive e pullman, reparto booking e dipartimento finanziario. “Abbiamo anche un piccolo museo che rende omaggio ai nostri 30 anni di attività e alla storia ferroviaria del Sudafrica”, continua Vos.

Un sesto treno sarà operativo entro dicembre 2019. In questo modo cinque treni Rovos Rail potranno operare contemporaneamente sugli otto itinerari offerti e il treno Shongololo Express sarà invece impegnato su una delle tre tratte proposte.

Quali sono le prospettive per Rovos Rail? “Consolidamento”, dice Vos. “Una volta lanciato il nostro sesto treno dovremo concentrarci sulla manutenzione di tutte le carrozze, sulla formazione dello staff e sulla perseveranza nel renderci indipendenti”, aggiunge. “Oggi le nostre figlie sono coinvolte attivamente nell’azienda perciò immagino che ci saranno cambiamenti significativi nei prossimi anni, visto che lavorano con me per posizionarci sempre più in alto”.

Sul sito www.rovos.com è possibile scoprire tutti gli itinerari Rovos Rail che attraversano il sud dell’Africa

Sul sito www.shongololo.com è possibile scoprire tutti gli itinerari dello Shongololo Express che raggiungono anche altri paesi dell’Africa meridionale.

Gli itinerari di Rovos Rail sono promossi dai più importanti tour operator.

Su Rovos Rail
Rovos Rail festeggia quest’anno 30 anni di attività durante i quali si è guadagnata un’elevata reputazione internazionale per la qualità dell’esperienza di viaggio offerta. Un viaggio a bordo del “Pride of Africa” è un’esperienza senza pari che permette ai viaggiatori di godere dell’eleganza sfarzosa del treno considerato il più lussuoso al mondo. Un servizio discreto e gentile, la cucina di un cinque stelle e una selezione dei migliori vini del Sudafrica richiamano alla memoria l’atmosfera senza tempo delle grandi esplorazioni dell’Africa. Da quando Rohan Vos ha acquistato la prima locomotiva e le prime carrozze d’epoca per realizzare il suo sogno di dar vita ad un lussuosissimo treno, i viaggi proposti da Rovos Rail sono aumentati negli anni e offrono oggi sette diversi itinerari attraverso il Sudafrica che possono durare da tre giorni a due settimane attraverso scenari di bellezza incomparabile come la riserva di Mpumalanga, le Cascate Vittoria nello Zimbabwe, i paesaggi desertici della Namibia o quelli lussureggianti di Kwazulu-Natal spingendosi attraverso lo Zimbabwe e lo Zambia fino a Dar Es Salaam in Tanzania e ancora la magnifica Garden Route lungo la costa di Città del Capo. Ciascun viaggio offre, oltre all’emozione unica di un viaggio in un magico passato coloniale, delle escursioni a terra come safari o visite di carattere culturale e storico per godere appieno delle bellezze naturali e storiche del Sudafrica. Il treno può trasportare fino a 72 passeggeri alloggiati in 36 cabine lussuosamente arredate e curate nei minimi dettagli, ciascuna con il proprio bagno privato. Le numerose aree comuni permettono di trascorrere piacevolmente il tempo osservando gli scenari che si susseguono in una molteplice varietà che stimola i sensi: la carrozza panoramica con splendide vetrate e lussuose poltrone dalle quali ammirare il paesaggio o la carrozza lounge che termina in una romantica veranda aperta, alla fine del treno, che permette di immergersi nei colori e nei profumi della natura circostante. Menu diversi per tutta la durata del viaggio, preparati con cura a bordo delle carrozze cucina e serviti nella carrozza ristorante dall’affascinante atmosfera vittoriana, allietano e soddisfano anche i palati più esigenti. 15 lussuose suite nelle guesthouse di proprietà di Rovos Rail, lungo la costa della regione di Città del Capo, attendono gli ospiti per avvolgerli nella magica atmosfera vittoriana del luogo. St James Manor, St James Seaforth e St James Homestead sono anche uno dei migliori punti d’osservazione delle balene che, in stagione, compaiono a pochi metri dalla riva.

www.rovos.com