La confetteria Mucci: una dolcissima tappa!

confetteria-mucci

Si sa che la Puglia è sinonimo di buon cibo: panzerotti, focaccia, pasta, pane e tutti i suoi prodotti tipici. Ciò che molti non sanno è che siamo famosi anche per: i confetti! Oggi vi parliamo infatti della Confetteria Mucci, del suo museo e di tutta la sua storia! Una tappa assolutamente da non perdere!

La confetteria Mucci ha le sue origini nel lontano 1894 ad Andria quando la famiglia Mucci aprì il primo opificio nel centro città. Adesso è proprio quell’opificio ad essere diventato il Museo del Confetto “Giovanni Mucci”. Sin dal ‘900 la famiglia Mucci si impegna a produrre confetti, cioccolato e caramelle con materie prime di alta qualità, tra cui le mandorle Pizzute di Avola, quelle di Andria e le Nocciole IGP del Piemonte.

confetteria-mucci

La confetteria Mucci si tramanda di generazione in generazione ma sempre con la stessa passione e dedizione al lavoro, ai confetti e alla qualità. Nel 1920 infatti furono proprio loro ad inventare la “Mandorla Imperial” ossia un confetto tutto nuovo, unico e realizzato con la mandorla di Avola Pugliese molto simile a quella Pizzuta, ricoperta da uno strato di cioccolato bianco e leggermente confettata. L’evoluzione della Mandorla Imperial portò poi ad una realizzazione che ad oggi è conosciuta e riprodotta da tutti: i famosi Tenerelli! Si tratta di confetti dal cuore tenero, con mandorla tostata e nocciole IGP ricoperti da cioccolato. I prodotti Mucci rappresentano tutt’oggi (nonostante le tecnologie odierne) un gran lavoro svolto a mano con metodi prettamente artigianali per conservare la tradizione e la loro originalità.

Il Museo Mucci

Inizialmente la confetteria Mucci risedeva (come scritto prima) nel centro di Andria, adesso, in quello stesso stabilimento si trova il Museo Mucci Giovanni, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si tratta infatti di un museo visitato non solo dai Pugliesi ma anche da tutti i turisti che vengono in visita in Puglia.

confetteria-mucci

Nel museo è conservata l’intera storia del confetto, gli antichi macchinari come il pela mandorle e le bassine (utilizzate ancora oggi), le vecchie confezioni e la genuinità che contraddistingue la confetteria Mucci che ancora oggi preferisce la lavorazione a mano piuttosto che la famigerata tecnologia.

confetteria-mucci

Il Museo del Confetto è stato istituito in onore del patrimonio di storia, sapere, tradizioni e passioni tramandate da diverse generazioni che lo fanno rientrare nel circuito Locali Storici d’Italia. La visita al Museo del Confetto dura circa due ore con tanto di degustazione. L’esperienza è indescrivibile, l’odore dei confetti ancora aleggia nel Museo, dove si toccano con mano le antiche tradizioni. Qui il tempo sembra essersi fermato.

Ma dopo un tour nel Museo non potete non dirigervi alla confetteria Mucci per acquistare qualche delizioso confetto, preparati egregiamente con materie prime d’eccellenza!

Cliccando qui potete prenotare una visita al Museo 🙂

L’articolo La confetteria Mucci: una dolcissima tappa! proviene da Viaggi in Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *