La storia dei caratteristici Trulli pugliesi!

La storia dei caratteristici Trulli pugliesi!

La storia e le origini dei trulli pugliesi: le tipiche costruzioni che caratterizzano la Puglia!

I trulli pugliesi sono delle costruzioni a secco che in antichità erano chiamate “casedde“, letteralmente piccola casa. Il termine trullo deriva dalla parola greca TRULLOS che significa cupola. C’è da dire comunque che la parola trullo ha origini piuttosto recenti.

I trulli erano modeste ma confortevoli case costruite dai contadini che utilizzavano la materia prima più abbondante in Puglia: la pietra calcarea. Il contadino sceglieva il posto dove costruire il trullo, in genere nella parte più rocciosa e meno adatta alla coltivazione. Poi plasmava il terreno eliminando la roccia fuoriuscente che utilizzava per costruire la base del trullo.

trulli-pugliesi

Dalla roccia calcarea si ricavavano poi le “chiancarelle” ossia le pietre calcaree piatte che posate a secco l’una sull’altra venivano elevate le pareti dei trulli fino a chiudersi in una volta conica. Le forme dei pinnacoli che chiudevano il vertice del trullo potevano essere: a stella, a croce, a sfera, tutte con un preciso significato cristiano. Per la pavimentazione del trullo invece si utilizzavano le lastre sottili ben levigate, ossia le chianche. Ad oggi si contano migliaia e migliaia di trulli, la maggior parte sono tuttora utilizzati ed in ottimo stato.

Alberobello

La cittadina di Alberobello è conosciuta come la terra dei trulli. Ha due quartieri interamente “ricoperti” da trulli: Rione Monti e Rione Aia Piccola, considerati monumenti nazionali dall’inizio dello scorso secolo e dichiarati patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. I trulli di Alberobello si susseguono uno dopo l’altro lungo le tipiche stradine della città. Creano un’atmosfera magica ed affascinante che lascia a bocca aperta ogni turista (e non solo).

Ad Alberobello tra le costruzioni più famose ed originali ci sono: il Trullo Sovrano, la Chiesa di Sant’Antonio, Casa Pezzolla, il Museo del Territorio, il Trullo Siamese.

Valle d’Itria 

Qualche chilometro dopo Alberobello c’è la Valle d’Itria dove si affacciano: Locorotondo, Martina Fraca e Cisternino.

Anche la Valle d’Itria è tipica per i suoi trulli, originali e caratteristici, che in passato erano delle masserie dedite alla pastorizia ed erano utilizzate come mangiatoie e abbeveratoi per il bestiame.

L’articolo La storia dei caratteristici Trulli pugliesi! proviene da Viaggi in Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *