Uova di quaglia, vellutata di piselli e campagna

uova-di-quaglia

Uova di Quaglia, una tentazione irresistibile!

Alla vista di uova di quaglia, in giro per la campagna di amici , non ho potuto resistere. La loro innata bellezza e il desiderio di chiederne un pò per realizzare una ricetta dai sapori e profumi prettamente primaverili sono stati trampolino per la scrittura di  quest’articolo.

Che la campagna eserciti un grande potere rilassante su di me, credo sia stato più volte palesato. La sua quiete, la semplicità della natura mi riportano ad uno stato primordiale di serenità tra me e il resto del mondo.

In occasione del mio ultimo workshop sul table setting tenuto a Borgo Valle Rita, ho potuto godere di questa condizione di pieno relax e bellezza del luogo che mi hanno ispirata alla creazione di una tavola country, riscuotendo successo e gran sostegno da parte delle partecipanti.

La serenità e la pace di alcuni luoghi, sortiscono proprio questo effetto, scatenando fantasia ed immaginazione rimettendo agli occhi degli altri meraviglie inaspettate.

Che si tratti dell’allestimento di una tavola o della creazione di una ricetta, credo che il movente per poterla realizzare sia lo stesso, l’ispirazione!

E a me, giunge solo in determinate condizioni.

uova-di-quaglia

Fascino e proprietà benefiche delle uova di quaglia.

Ora, tornando agli esserini macchiati, la mia domanda è:

Il fascino che subisco per le uova di quaglia è comune?

O forse, solo una mia ossessione nei confronti di questa forma così perfetta ed evocativa?

Da parte la loro bellezza, in fatto di proprietà benefiche,  le uova di quaglia ne hanno davvero diverse. Rappresentano un alimento ricco di molte vitamine, B1 e B2 oltre che del gruppo A, B, D, E, K, per non parlare del fosforo, potassio, calcio e ferro. Se si pensa che tutti questi nutrienti sono di gran lunga superiori a quelli presenti nella uova di gallina, ci fa ben comprendere della ricchezza di questo alimento e ricordate, vi serviranno 5 uova di quaglia per arrivare ad 1 di gallina.

uova-di-quaglia

Le uova di quaglia contengono meno colesterolo?

Alle tante proprietà benefiche, la domanda sovente è se contengano o meno colesterolo rispetto alle uova di gallina. Ci sono diversi studi ancora in atto a tal proposito, certo è che alla domanda vero falso, la risposta è che le piccole preziose uova contengono colesterolo, eccome! Per farla breve ogni 100 g di uova di quaglia, contengono circa 840 mg di colesterolo, contro i 372 mg in 100 g di uovo di gallina. Colesterolo a parte (e comunque aspetto da tener presente se si decide di assumerne una certa quantità) la mia ricetta gourmet con uova di quaglia vi farà venir voglia di prepararle che voi siate ispirati o meno, in campagna o in città.

uova-di-quaglia

VELLUTATA DI PISELLI, UOVA DI QUAGLIA , YOGURT E JULIENNE DI CARCIOFI

Tra le varie proposte sul web,  diverse sono di antipasti, ma questa mia ricetta alquanto ricca potrebbe andar bene anche come piatto unico, completo, ricco e colorato. Io ho provveduto a bollire le uova, ma anche alla coque saranno perfette. Un piatto questo che può esser servito tranquillamente tiepido. Pronte a replicarlo?

INGREDIENTI

  • 500 G DI PISELLI PULITI
  • 1 PORRO
  • 2 CARCIOFI
  • FARINA DI MAIS QB
  • UN VASETTO DI YOGURT GRECO
  • SCORZA  E SUCCO DI 1 LIMONE
  • 2 FOGLIE DI MENTA
  • ERBA CIPOLLINA, SALE, OLIO EVO E PEPE QB
  • 8 UOVA DI QUAGLIA

PROCEDIMENTO

  • Per prima cosa, sgranate i piselli fateli cuocere in acqua, olio, sale pepe e un porro.Una volta cotti frullateli con minipimer e tenete da parte.
  • Pulite i carciofi, privandoli delle foglie più dure, tagliateli sottili a julienne,acidulateli con metà limone lavateli, asciugateli e passateli nella farina di mais.
  • In una padella versate dell’olio e friggete i carciofi prestando attenzione ad eliminare l’eccesso di farina.
  • Una volta fritti, metteteli da parte su carta assorbente e salate.
  • In una terrina, lavorate dello yogurt greco con delle foglie di menta tritate a coltello, scorza di mezzo limone e qualche goccia del suo succo.Girate il tutto e lasciate da parte.
  • E’ arrivato il momento delle uova.Fatele bollire per 3 minuti e subito dopo passatele sotto acqua fredda.
  • Per poterle sgusciare aiutatevi con un coltellino, incidendo una piccola parte ed asportandolo tutto.
  • Pronti per realizzare il piatto.
  • Versate la vellutata di piselli in una boule, unite lo yogurt con un cucchiao, adagiate i carciofi e le uova di quaglia tagliate a metà.Finite con un giro di olio evo e dell’erba cipollina .

L’articolo Vellutata di piselli, uova di quaglia….e un gran desiderio di campagna proviene da ACCADE in TAVOLA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *